martedì 12 novembre 2013

Di un veneto sciocco che portava in tasca gli speroni - Novella Quattrocentesca

Giannino, cuoco di Baronto Pistoiese, che aveva fatto il cuoco anche a Venezia ci raccontò ancora una simile sciocchezza di un altro Veneziano, il quale, essendo montato a cavallo per andare in villa, teneva gli speroni in tasca.

E poiché il cavallo lentamente camminava, egli lo batteva spesso ai fianchi coi talloni:
«Ah! non ti muovi?», gli diceva: «se tu sapessi che cosa ho in tasca, tu cambieresti il passo».

Facetiae - 1436/1448

0 commenti:

Posta un commento